News

25 | 09 | 2018

events

​Sketchin per Heroes Maratea: manifesto per la scuola del futuro

La società svizzera di design thinking, parte del gruppo Bip, ha organizzato e gestito un workshop per definire nuove esigenze educative e scolastiche

Nella cornice di Heroes Maratea, Sketchin - società svizzera parte del gruppo Bip - partner dell'evento, ha dedicato una giornata ad analizzare il tema dell'education per delineare nuove esigenze educative e scolastiche con due diversi lavori di analisi: uno con i bambini della scuola elementare locale, l'altro con esperti del mondo dell'innovazione e dell'education.
 
Obiettivo: un manifesto per la scuola del futuro
Metodi utilizzati: design thinking e del Lego Serious Play
 
La mattinata è stata dedicata a un workshop con i bambini di terza elementare della scuola Sacro Cuore di Maratea, dove gli stessi bambini hanno immaginato la scuola del futuro partendo dalle loro attitudini, sogni e proposte di miglioramento.
 
Il workshop era articolato in quattro fasi: i bambini si sono confrontati con i moderatori di Bip e Sketchin - Valentina De Matteo e Alberto Andreetto - sui lavori “da fare da grandi” (dallo youtuber allo stilista, dal pescatore all’astronauta), raccontando cosa manterrebbero e cosa cambierebbero dell’attuale sistema scolastico. Le risposte a sorpresa hanno individuato matematica come vincitrice della giornata, insieme alla scrittura e all’informatica. La terza fase, che si è svolta senza la presenza delle maestre, ha puntato sugli aspetti della scuola meno graditi ai bambini. Le risposte più ricorrenti sono state la grammatica, i dettati e lo stare seduti troppo tempo in classe. La quarta ed ultima fase infine ha avuto come oggetto la scuola del futuro. I bambini hanno espresso il desiderio di avere più tempo per il gioco e meno vincoli legati allo spazio dell’insegnamento, come classi e banchi, ma anche un impiego maggiore del digitale nella vita scolastica di tutti i giorni.
 
Il workshop pomeridiano invece ha visto tra i partecipanti esperti e professionisti del settore dell’innovazione e dell’educazione. Il pomeriggio è stato diviso in due macro attività: la prima, usando la tecnica dell’experience mapping ha ricostruito il journey di uno studente delle elementari e di uno delle superiori. I partecipanti sono stati divisi in due gruppi e hanno lavorato separatamente, mappando tutte le azioni che uno studente compie durante la sua giornata, dalla sveglia fino alla sera, e intercettando anche le aspettative e i sentimenti legati alle varie fasi della giornata (sveglia, commuting verso scuola, lezione, intervallo, compiti a casa…). Alla fine di questa attività i partecipanti hanno utilizzato la mappatura appena creata per individuare i momenti critici, vissuti dagli studenti nell’arco della giornata, e con una votazione hanno individuato quelli più meritevoli di un approfondimento: metodologie didattiche poco interattive, lezioni poco stimolanti per gli studenti e sistemi di valutazione poco orientati al merito.
 
La seconda fase del workshop ha recepito gli output della mappatura della precedente per concentrarsi sul miglioramento dell’esperienza di apprendimento degli studenti. Attraverso la metodologia Lego Serious Play i partecipanti hanno individuato gli ambiti di intervento prioritari concentrandosi sia sui contenuti che sulle modalità di erogazione della didattica. Partendo dal concetto di “interazione”, i partecipanti si sono focalizzati sulla necessità di incentivare maggiormente la libertà di insegnamento per i professori nella definizione di contenuti e modalità di erogazione. Allo stesso tempo, la consapevolezza dell’“invecchiamento” rapido delle competenze ha condotto a una riflessione sulla possibilità di personalizzare il percorso di studi in base alle proprie attitudini e vocazioni in modo da stimolare l’interesse negli studenti e la consapevolezza di avere accesso a un percorso di formazione personalizzato.
 
In base al lavoro svolto, il manifesto per la scuola del futuro di Heroes Maratea si focalizza su quattro concetti:
#meritiamocelo — Docenti selezionati in base al merito che fanno formazione continua e sono liberi di personalizzare l’insegnamento
#parliamoci — Scelta del curriculum scolastico condiviso tra studenti e docenti basato sul dialogo
#innoviamoci — Digitale come abilitante di nuovi mindset
#sperimentiamoci — Lezioni interattive ricche di sperimentazione