News

23 | 08 | 2017

online

Robot e intelligenza artificiale, chiave del cambiamento in azienda

IL FUTUROLOGO MARTIN FORD

Lo sviluppo della robotica e dell’intelligenza artificiale renderà obsoleta una larga parte del lavoro umano, eliminando alcune professionalità e creandone di nuove. Solo una provocazione ricorrente? No, semmai una tendenza che da teoria sta prendendo, lentamente, i connotati di una realtà ineluttabile. Della questione se ne è parlato al Bip Future Forum 2017 con un ospite d’eccezione quale Martin Ford, celebre futurologo statunitense e autore di “The Rise of the robots”. Il suo secondo libro è stato da poco pubblicato in Italia dalla casa editrice Il Saggiatore (con il titolo «Il futuro senza lavoro»).
«Il futuro è domani e non più a 5 o 10 anni ed è quello che stiamo dicendo e spiegando alle aziende», ha detto in sede di presentazione Fabio Troiani, co-fondatore e amministratore delegato di Bip. «Entro pochi anni il lavoro in azienda sarà reso più efficiente dal contributo di software virtuali e robot fisici dotati di una propria creatività, curiosità, capacità di apprendere ed educare a loro volta (...).