News

31 | 10 | 2017

online

«Il computer è infallibile? No, l’uomo fa la differenza»

Il computer può mentire? L’intelligenza artificiale è in grado di circuire e ingannare l’intelligenza umana? Hanno cercato di rispondere a queste domande, al collegio Borromeo, Fabio Troiani di Bip...

PAVIA. Il computer può mentire? L’intelligenza artificiale è in grado di circuire e ingannare l’intelligenza umana? Hanno cercato di rispondere a queste domande, ieri al collegio Borromeo, Marco Morchio di Accentura Strategy Italia, Fabio Troiani di Business Integration Partners e Gianpiero Lotito di Facility Live, discutendo di Big data e “big lies” (grandi bugie) da un punto di vista aziendale.

Fabio Troiani: «Le tecnologie stanno cambiando la vita ai manager. Io pronostico che in un paio d’anni le aziende diventeranno del tutto digitali. Ogni cosa sarà più comoda, ma non toglierà il fatto che servirà una nuova figura professionale: il controllore delle “fake news”, colui che, da esperto, chiarirà la credibilità delle informazioni» (...).