News

14 | 06 | 2017

online

Digital transformation, telco alla conquista di una nuova identità

ChatBot, intelligenza artificiale, nuovi ecosistemi dall'approccio open per rivoluzionare il rapporto con i clienti nel B2B e nel B2C. Ecco la sfida che gli operatori dovranno cogliere

Le telco ripensino il loro ruolo. Per non uscire schiacciate dalla competizione con gli Ott e cogliere nuove opportunità di business. Non in competizione con Google & Co., ma in una strategia improntata alla collaborazione. Se ne è parlato nella tavola rotonda del pomeriggio di Telco per l’Italia 2017, moderata da Alessandro Longo, direttore di agendadigitale.eu, a cui hanno preso parte Michele Sfondrini, Managing director di Accenture Consulting, Fabio Troiani, fondatore e ceo di Bip, Francesco Barletta, head of Ict, partnerships and market development di Wind Tre, e Fabrizio Ceschini, direttore telco & media di Indra in Italia.   
“Le telco devono recuperare il loro rapporto con i clienti – sottolinea Fabio Troiani, co-founder e Ceo di Bip - C’è ancora l’abitudine a pensare il servizio come basato sulla tecnologia e non sulle esigenze del cliente, ma oggi, con i clienti abituati ai livelli di servizio e di assistenza forniti dagli Ott, la differenza si vede e rischia di penalizzare le telco. In secondo luogo c’è da risolvere il problema della riorganizzazione interna, dal momento che nelle telco c’è una sovrabbondanza di personale, destinato o all’uscita dall’azienda o a una riqualificazione importante. Serve una riorganizzazione profonda, ad esempio indirizzando le persone nell’assistenza delle famiglie che progressivamente si orienteranno sempre più sulla digital experience. Un forza di prossimità che assiste l'utente-famiglia potrebbe essere un modo per riqualificare le persone” (...).