Italy

Milan, Rome, Bologna
Inside Bip

28/05/2017

Incidere un brano tra colleghi per uscire dalla comfort zone

16 ragazzi e uno studio di registrazione: “La lezione che ho imparato è che, impegnandosi, è possibile raggiungere risultati straordinari anche di fronte a una sfida totalmente insolita”

“La lezione che ho imparato è che, impegnandosi, è possibile raggiungere risultati straordinari anche di fronte a una sfida totalmente nuova e complessa. Basta impegnarsi e collaborare con amici e colleghi, senza temere il giudizio proprio e degli altri”. E’ la testimonianza di Samantha, una consulente di Bip che insieme ad altri quindici colleghi ha partecipato a un progetto con un obiettivo insolito: allenarsi insieme quattro pomeriggi per incidere un brano musicale.
 
L’obiettivo dell’iniziativa era quello di coinvolgere tutti i ragazzi in un’attività che li mettesse insieme in una sfida paritaria, considerando che nessuno sapeva cantare, collaborando per raggiungere il risultato migliore in una situazione al di fuori della comfort zone.
 
Dopo un primo incontro di introduzione e suddivisione in gruppi in base alle tonalità di voce, i ragazzi si sono messi subito al lavoro, studiando il pezzo (Faith di Stevie Wonder e Ariana Grande) e incidendo le parti corali, focalizzandosi anche sul movimento del corpo e sulla teatralità.
 
“Siamo un gruppo già affiatato e ci conosciamo bene”, racconta Samantha. “Nonostante ciò, durante le prime lezioni eravamo un po’ imbarazzati, trovandoci di fronte a un’attività nuova e inusuale”. Ma l’imbarazzo è passato velocemente. “Gli esercizi di recitazione, l’interazione fisica e l’abbigliamento sportivo, a piedi nudi, ci ha aiutato a uscire rapidamente dai nostri ruoli professionali”.
 
Dal secondo giorno il gruppo era ormai sciolto e ha iniziato a lavorare sulla canzone da incidere - lavorando con esercizi di canto, di respirazione e di recitazione – e dal terzo giorno ha iniziato a registrare il brano, dividendosi le parti tra uomini e donne.
 
“Considerando che siamo un gruppo già affiatato, non pensavo fosse possibile legare ulteriormente con questo tipo di attività”, spiega Samantha. “Ma le relazioni possono sempre migliorare, e infatti il risultato è stato sorprendente”.
 
“La lezione più importante che ho imparato da questa attività, però, è l’importanza di mettersi sempre in gioco con lo spirito giusto, anche in un contesto nuovo e sconosciuto, restando fiduciosi e senza temere pregiudizi. Una situazione in cui, d’altronde, ci troviamo spesso anche nella vita di tutti i giorni, nel nostro lavoro di consulenti di management”.

Other Inside Stories